Proverbi calabresi: “Lu gàbbu cògghia e la jestiìma no”.

“Lu gàbbu cògghia e la jestiìma no”. Letteralmente: La beffa colpisce, il malocchio no.

Secondo questo detto antico, “il gabbo” (beffa), tende ad inficiare l’onorabilità, attraverso maldicenze e giudizi negativi verso gli altri, e molto spesso riesce a raggiungere tale scopo. Anche se è opinione diffusa che prima o poi egli stesso potrebbe essere vittima di tali dicerie.
“A jestima” a differenza “du gàbbu”, pare non abbia il potere di colpire e di produrre gli effetti desiderati, e dunque non può danneggiare moralmente qualcuno, anzi è credenza popolare che le imprecazioni pronunciate per invidia producano l’effetto contrario. Difatti molto spesso si usa dire: “Li jestìmi su� comu li fogghj, cu’ li manda li ricògghj’”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: