Noi calabresi che… ai “Vattienti” di Verbicaro (CS)

“ Nella notte tra il giovedì ed il venerdì Santo, a Verbicaro (CS), avrà luogo il tradizionale “Rito dei battenti”, celebrazione, che rievoca la Passione di Cristo, rappresentando nella sua figura un modello di sofferenza necessaria e di doloroso riscatto, di colpa, di sacrificio ed espiazione.

Elemento centrale e culminante di questa espressione del cattolicesimo popolare è quello che Lombardo Satriani ha chiamato la “liturgia del sangue”, la quale si esprime tra l’altro nei riti di flagellazione, nei quali alcuni fedeli “i battenti”, uomini del posto, vestiti con pantaloncini corti, maglietta a maniche corte e un fazzoletto rosso in testa, si percuotono , correndo scalzi attraverso il paese, rievocando per penitenza e devozione la Passione sofferta da Gesù.

Rito presente oltre che a Verbicaro anche a Nocera Terinese (CZ) e Guardia Sanframondi, nel beneventano”.

Tutto avrà inizio intorno alla mezzanotte, dove partirà la processione, e si concluderà alle prime luci dell’alba, e durante la quale “i flagellanti”, percorreranno tre volte in silenzio il tragitto della processione”.

Tratto da “Quaresima e settimana Santa a Verbicaro, Nocera Terinese e Guardia Sanframondi” del Dott. Salvatore Baronelli, Sociologo, Antropologo e Dott. In Scienze della comunicazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: