1 Febbraio 1945: in Italia viene introdotto il suffragio universale alle donne

Oggi 1 febbraio, con decreto decreto legislativo n. 23 del primo febbraio 1945, per la prima volta venne esteso alle donne il diritto al voto.

Il 21 ottobre 1945, anche la Chiesa con Papa Pio XII si dimostrò favorevole al suffragio femminile affermando: “Ogni donna, dunque, senza eccezione, ha, intendete bene, il dovere, lo stretto dovere di coscienza, di non rimanere assente, di entrare in azione [..] per contenere le correnti che minacciano il focolare, per combattere le dottrine che ne scalzano le fondamenta, per preparare, organizzare e compiere la sua restaurazione”.

È l’inizio di una nuova epoca.

L’estensione del diritto di voto alle donne non è una concessione ma una conquista già avviata negli anni ’10 del Novecento.

La partecipazione della donna alla guerra, prima nelle attività produttive attraverso la sostituzione degli uomini impegnati al fronte, poi con l’adesione alla resistenza,

non è solo un momento di riscatto sociale e politico, ma è una data simbolo di libertà, di conquiste civili e politiche per tutti, nessuno escluso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: